Audrey Hepburn - Colazione da Tiffany



"Lui è buono, vero Gatto? Su, vieni qua, povero amore, povero amore senza nome ... ma io penso che non ho il diritto di dargli un nome ... perché in fondo noi due non ci apparteniamo, è stato un incontro casuale."




lunedì 3 settembre 2012

Una giornata tra amiche in montagna

L'escursione in Val di Fassa con Mariagrazia, amica ancora ai tempi della scuola, è stata fantastica!
Mi preme dire che l'amicizia con lei risale ai tempi dell'adolescenza ed è proseguita, sentendoci e frequentandoci neanche così assiduamente, fino ad oggi.
Gli uffici dove lavoriamo si trovano entrambi in centro città e quindi riusciamo a vederci in autobus e spesso per il caffè.
In sua compagnia mi trovo benissimo perchè è di una simpatia esplosiva, persona sincera e di fiducia.
Con lei si può parlare di tutto e la giornata in montagna, effettivamente, è trascorsa velocissima.
Era da diverse settimane che tentavamo di organizzare un'escursione in Val di Fassa e più precisamente la nostra meta era il rifugio Roda di Vael.


Finalmente venerdì 17 agosto scorso siamo partite prestino dalla nostra città e, attraversando la Val di Cembra e la Val Floriana siamo arrivate a Vigo di Fassa. Da qui abbiamo approfittato della cabinovia del Catinaccio per arrivare al rifugio Ciampediè (quota mt. 1998) e da qui abbiamo intrapreso il sentiero Sat E545 Alta Via dei Fassani.


Costeggiando la montagna riuscivamo ad intravedere in lontanza il rifugio Roda di Vael (quota mt. 2283).
Ci tenevo particolarmente a fare una visita a Roberta, nuovo gestore del rifugio, non solo perchè da qualche mese è diventata mamma, non solo perchè il rifugio, di proprietà della S.A.T., dove lavoro appunto, è stato da pochissimi anni completamente ristrutturato, ma soprattutto per ricordare Bruno marito di Roberta dove purtroppo l'anno scorso a fine luglio ha perso la vita a poche centinaia di metri dal suo amato rifugio e dalla moglie, incinta di pochissime settimane, durante una scalata in parete.
Nonostante la tragedia, lei, con l'aiuto della sua famiglia e del suo forte carattere, ha proseguito il lavoro senza Bruno dando un significato ancora più profondo per l'attaccamento alla montagna ed al loro sogno.
E' stato molto emozionante incontrarla.


Con Mariagrazia abbiamo cercato un posticino per mangiare qualcosina e riposare al sole.
La giornata è stata meravigliosamente limpida!



Tra una chiacchiera ed una risata è arrivato il momento di iniziare a scendere e ritornare in valle.




Io e Mariagrazia abbiamo continuato a fotografare lo spettacolare paesaggio che ci circondava. Come mi ha detto Federica nel suo ultimo commento, mi rendo conto di essere davvero privilegiata a vivere in una regione come il Trentino e di essere, quindi, molto fortunata!

Intorno a noi massicci montuosi come il Catinaccio, il Latemar, il Sassolungo: strepitosi giganti!



Con Mariagrazia ci siamo ripromesse di trascorrere altre bellissime giornate insieme non solo in montgna ma anche, vista la piacevole compagnia, in occasione di appuntamenti "mondani" durante tutto l'arco dell'anno!

1 commento:

Margherita ha detto...

Posto meraviglioso che conosco molto bene!!! Se poi la gita è fatta in compagnia di un'amica è ancora più bella!!!
Buona giornata
Margherita

Posta un commento